Ordesa y Monte Perdido

Istituito nel 1918, il Parco Nazionale Ordesa y Monte Perdido confina con il Parco Nazionale dei Pirenei in Francia e include parte del massiccio montuoso dei Pirenei centrali in Aragona, nel Nord della Spagna. La vetta più alta, composta da rocce dei periodi cretaceo e terziario, raggiunge i 3.355 metri di altezza.
Il paesaggio di Ordesa y Monte Perdido comprende ghiacciai sospesi e canyon profondi quali Aniscio ed Escuain.

Con le sue ricchezze naturali il parco offre agli amanti delle attività all’aria aperta un’area che si estende su oltre 3.000 Km² comprendendo una cinquantina di riserve che hanno contribuito a rendere la zona una delle destinazioni più attraenti e gettonate per il turismo verde e rurale.

Passeggiate naturalistiche, sport d’avventura (rafting, canoa), trekking e pesca fluviale sono solo alcuni esempi delle attività che è possibile svolgere in questo paradiso.
Il Parco Nazionale di Ordesa y Monte Perdido è poco lontano dal parco naturale Cabañeros e dalla grotta El Soplao, soprannominata “la Cappella Sistina della geologia”. Tutta l’area, un immenso tesoro speleologico e naturale, conta attualmente sette zone protette tra cui il fantastico e selvaggio Parco Nazionale dei Picos de Europa.

La sua originalità è dovuta alla predominanza delle rocce calcaree. Il massiccio delle Tre Sorelle costituisce infatti il più grande massiccio calcareo d’Europa.

La sua caratteristica flora forestale include faggi, aceri, betulle, pini neri, tassi ma anche fiori come scarpette di Venere e genziane.
La fauna è composta da camosci, gatti selvatici, lontre e desman dei Pirenei oltre che da vari volatili come picchi neri, aquile reali, grifoni e avvoltoi.

Iscritto sulla Lista del Patrimonio Culturale e Naturale dell’UNESCO, Ordesa y Monte Perdido è una meraviglia da non farsi scappare.