Comunità Autonome

Canarie

Canarie

Le Isole Canarie sono una particolare oasi naturale al largo della costa occidentale del Marocco e costituiscono una delle diciassette Comunità Autonome della Spagna. L’arcipelago, di origine vulcanica, fa parte della regione della Macaronesia insieme alle isole di Capoverde, alle Azorre e a Madera. Caratterizzate da un clima subtropicale, la loro conformazione e la differenza di altitudine hanno permesso una diversità biologica che giustifica la presenza di quattro grandi parchi nazionali.

Si possano contare ben sette grandi isole: El Hierro, La Gomera, La Palma, Tenerife, Fuertevenutra, Gran Canaria e Lanzarote, il cui governo è diviso tra Santa Cruz di Tenerife e Las Palmas di Gran Canaria con periodi di alternanza biennale. Le isole sono meta per quasi dodici milioni di turisti ogni anno, attratti soprattutto dalle bellezze naturalistiche dei luoghi.

L’arcipelago era abitato fin dall’antichità da una popolazione culturalmente influenzata dai Berberi del Nord Africa, ma la loro esistenza viene testimoniata nel mondo occidentale da Plutarco e Plinio Il Vecchio, i cui riferimenti restano tuttavia vaghi e misti a elementi mitologici o leggendari. Non si conosce molto del periodo della prima colonizzazione, anche se vi sono ritrovamenti che accertano la presenza umana almeno dal V secolo a.C. Sembrerebbe che le isole fossero autonome le une dalle altre, con un’economia basata principalmente sull’agricoltura, la pastorizia e la pesca. Le popolazioni autoctone erano anche propense alla lavorazione della creta e svilupparono presto una pittura murale. I primi contatti con i popoli più propensi al commercio si devono prima ai Fenici e poi ai Romani tra il III e il I secolo a.C.

In seguito si può parlare di “riscoperta” delle isole da parte degli europei nel XIV secolo, in seguito a quel processo che culminerà con la spedizione nelle Americhe di Cristoforo Colombo, ma che era già avviato da parte dei grandi navigatori portoghesi, spagnoli e genovesi. La conquista effettiva delle isole da parte della Spagna si ebbe durante il XV secolo, nel corso di due grandi spedizioni. La prima fu guidata da Jean de Bethencourt che salpò alla volta di Lanzarote agli inizi del secolo. La seconda fu condotta su ordine dei re di Castiglia e si concluse alla fine del Quattrocento con la resa degli indigeni di Tenerife nei confronti del condottiero Alonso Fernandez de Lugo. Da quel momento le Canarie sono state da sempre dominio spagnolo, ma il transito di diverse popolazioni formò un mix culturale che vide intrecciarsi i destini di arabi, spagnoli, portoghesi, italiani, inglesi e schiavi dell’Africa Centrale condotti qui per lavorare nelle campagne, in particolare per la lavorazione del celebre zucchero di canna e del suo distillato, il rum, che verrà successivamente esportato in America.

La perdita dei privilegi commerciali acquisiti durante l’Età Moderna causò un declino economico delle isole che si invertirà solo con lo sviluppo del turismo negli anni ’60. Ancora oggi il turismo a carattere balneare rappresenta il settore trainante della Comunità Autonoma. La Palma custodisce uno dei più affascinanti parchi naturali costituito dalle cosiddette Roque de los Muchachos, dove un recinto di pietra si staglia sul mare fino all’altitudine di oltre 2.400 metri. A La Gomera si estende invece il caratteristico parco di Garajonay, dove si può ammirare uno splendido paesaggio di rocce basaltiche avvolto solitamente da un fitto strato di nebbia.

I tesori vulcanici di Tenerife rappresentano il secondo Parco nazionale più visitato del mondo. Nell’area protetta vi sono ben 25 vulcani, alcuni dei quali ancora attivi, anche se le ultime eruzioni risalgono al XVIII secolo.

L’intreccio culturale che si è formato nel corso dei secoli si costituisce di tre elementi chiave: l’influenza berbera delle origini, che ancora vive nella tradizione artigianale, ludica e culinaria; l’influenza europea, in particolare andalusa ma anche portoghese e italiana, e l’influenza dell’America Centrale risultato delle relazioni commerciali con il Nuovo Continente.