Comunità Autonome

Comunità Valenciana

Comunità Valenciana

La Comunità Valenciana si estende lungo la costa mediterranea della Spagna, a Sud della Catalogna e a Nord rispetto a Murcia e storicamente coincide con il territorio una volta occupato dal Regno di Valencia.

Anticamente popolata da tribù iberiche native, sviluppò precocemente rapporti commerciali con Fenici, Greci e Cartaginesi prima di essere colonizzata dai Romani nel corso della Seconda Guerra Punica (II secolo a.C.). Sembra che la colonizzazione non fu contrastata, come accadde invece in altre regioni spagnole.

Rimase prevalentemente una zona rurale fino al Medioevo, quando il re Giacomo I di Aragona conquistò la città di Valencia e urbanizzò la regione. L’espansione spagnola verso il Mediterraneo segnò un periodo particolarmente florido per il regno e in particolare per le città di Valencia e Alicante, con una relativa inversione di tendenza al momento della fusione del Regno di Valencia con il Regno di Castiglia nel XV secolo e con lo spostamento dei commerci sulle coste atlantiche.

La ritardata industrializzazione della regione è stata parzialmente compensata prima dallo sviluppo delle attività agricole, poi dalla recente crescita del settore turistico, che ad oggi rappresenta un’importante risorsa economica.

La maggiore attrazione turistica è rappresentata dalle splendide e calde spiagge della costa mediterranea, nonché dalle amene campagne dell’entroterra, dove si possono trovare parchi dalla natura incontaminata.

Negli ultimi anni Valencia ha saputo valorizzare il proprio patrimonio artistico, al quale ha associato diverse attività culturali che la rendono una delle città più vivaci della Spagna. Fra le attrazioni maggiori ricordiamo la Città delle Arti e della Scienza, con la sua sorprendente struttura progettata dall’architetto Santiago Calatrava, la Cattedrale con il famoso Miguelete, il campanile che domina la città e scandisce i tempi della vita cittadina con dolci rintocchi, e lo splendido palazzo gotico della Lonja.

La Comunità Valenciana è legata alle proprie feste e tradizioni storiche. In marzo, durante le feste di San Giuseppe, a Valencia si svolgono le Fallas, durante le quali vengono bruciate delle effigi a carattere satirico disposte in vari angoli della città. Queste statue sono delle vere e proprie opere d’arte, le più belle delle quali sono esposte nel Museo Fallero.
Alla fine di giugno si svolgono invece i Fuochi di San Giovanni ad Alicante, dove si potrà cogliere l’occasione per provare il famoso torrone locale.
Una curiosa tradizione che ricorda il Carnevale di Ivrea è quella che si svolge a Villa Real. Nell’ultima settimana di agosto i cittadini di Villa Real sono soliti scagliarsi addosso centinaia di pomodori maturi, tingendo letteralmente la città di sugo.