Comunità Autonome

Baleari

Baleari

Le Isole Baleari costituiscono una Comunità Autonoma situata al largo della costa mediterranea orientale della Spagna. Come è noto, si tratta di un arcipelago le cui isole maggiori sono quelle di Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera.

Le isole furono probabilmente disabitate fino all’arrivo delle prime popolazioni iberiche nel III millennio a.C. che svilupparono una cultura originale chiamata talayotica. Intorno al VII secolo a.C. l’arcipelago fu colonizzato dai Fenici e dai Cartaginesi, esperti navigatori che vi stabilirono insediamenti permanenti.
Fu solo con i Romani, tuttavia, che le isole venero riunite sotto un’unica amministrazione a partire dall’anno 123 a.C. I Romani procedettero a una colonizzazione intensa, soppiantata solo dagli arabi nel corso del VII-VIII secolo. I popoli germanici ebbero, infatti, difficoltà a dominare stabilmente l’area.

La riconquista cristiana passò alla storia per la crudeltà della battaglia di Maiorca, combattuta dal re Jaime I di Aragona tra il 1229 e il 1230. Giunto con la sua flotta sulle coste di Maiorca, Giacomo I combatté per mesi in una battaglia in cui persero la vita moltissimi civili. Una disputa tra i cavalieri e le truppe sulla divisione del bottino di guerra permise ai musulmani di riorganizzare la resistenza, che durò ancora un anno prima che l’esercito cristiano avesse definitivamente la meglio con la resa in schiavitù dei prigionieri arabi. Un analogo destino accadrà pochi anni più tardi a Ibizia.

Le isole Baleari sono universalmente note per ospitare splendide spiagge e porti turistici che per anni hanno rappresentato la meta più ambita dei turisti europei. Naturalmente non sono state solo le bellezze naturalistiche ad aver attirato i visitatori: un grande contributo alla fama delle Baleari lo hanno dato le avanzate strutture ricettive e soprattutto i luoghi della vita notturna e del divertimento.
Quello che forse è ancora poco conosciuto è che, oltre a queste rilevanti attrazioni, le Baleari costituiscono un compromesso ideale tra il turismo balneare e di svago e il turismo culturale. Delle antiche popolazioni dell’Età del Bronzo ci sono pervenuti, infatti, megalitici monumenti talayots, navetes e taules, tutti risalenti al I-II millennio a.C.
Fra i monumenti di grande interesse vanno menzionati inoltre la Cattedrale di Santa Maria di Palma de Maiorca e il Castello de Bellver, che con la sua Torre de l'Homenatge domina la spiaggia di La Palma. In Ciudadela si possono inoltre visitare magnifici esempi di architettura gotica.