Città

Barrio Santa Marina

Barrio Santa Marina Cordoba

Il quartiere di Santa Marina è uno dei quartieri storici della città, in passato abitato soprattutto da toreri e carbonari. Si può cominciare una passeggiata a partire da Plaza de Colon, costeggiando le antiche mura di Cordoba e raggiungendo calle Ollerias.

Ai tempi del re Ferdinando III, che sottrasse la città ai musulmani, i primi cristiani entrati a Cordoba irruppero dalla Puerta del Colodro guidati da Alvar Colodro, personaggio storico al quale è dedicato il monumento.
Attraversando la Porta, proseguendo sulla destra, si giunge a Plaza de las Lagunillas, chiamata così per via delle pozzanghere che si formavano durante le piogge invernali. Qui si può visitare il tempio dell’Eremita de los Santos Acisclo e Victoria, dedicato ai due martiri di Cordoba.

A breve distanza si trova anche la strada principale di Santa Marina, che conduce presto alla Chiesa. L’edificio fa parte del complesso di chiese “Fernandine”, ovvero le chiese erette nel periodo della reconquista e spesso costruite sulle fondamenta di preesistenti moschee. La facciata, con i suoi contrafforti, ricorda l’aspetto della Cattedrale di León sul cammino di Santiago. L’aspetto complessivo della chiesa sembra rifarsi più a un edificio fortificato che a un tradizionale tempio gotico. Il rosone centrale rompe la monotonia della facciata e illumina l’interno dell’edificio.

Di fronte alla chiesa si trova inoltre il monumento al torero Manolete, che abitava proprio nel barrio Santa Marina. La scultura venne realizzata da Manuel Alvarez Luis Moya. Per terminare la visita del quartiere, non può mancare il Convento di Santa Isabel de los Angeles, dove si trova il coro che rappresenta uno dei massimi esempi di manierismo spagnolo

Elenco dei quartieri di Cordoba: