Città

San Sebastian

San Sebastian

Situata sull’estremità occidentale dei Paesi Baschi, al confine con la Francia, San Sebastian (Donostia) è una rinomata località turistica famosa per la sua bella spiaggia e per le montagne che la circondano.

La fondazione della città risalirebbe alla concessione da parte del re di Navarra Sancho il Saggio all’abitato intorno al monastero di San Sebastian, concessione motivata probabilmente dalla possibilità di avere uno sbocco sul mare per il suo regno. La città si sviluppò ben presto grazie alle attività marittime, al commercio e alla pesca, e per essere parte del cammino di Santiago de Compostela. Dotata di una solida fortificazione medievale, resistette a lungo alle guerre con i francesi, ma cadde in mano agli invasori nel 1794. Nel 1813 la resistenza spagnola ebbe la meglio sull’esercito napoleonico, ma il lungo assedio della città la distrusse quasi interamente.

Il tremendo episodio è quello che fa di questa città dalle origini medievali un gioiello della “Belle Epoque” spagnola. La Regina Isabella di Spagna ne fece la sua residenza estiva, attirando diversi membri della corte e rendendola una meta turistica di prestigio già nel XIX secolo.

La sua baia a forma di conchiglia le è valsa il nome di Baia de la Concha. Si tratta di una spiaggia incastonata tra le rocce dei monti Igueldo e Urgull e impreziosita dalla vista della piccola isola di Santa Clara. Questa volta non è una pura espressione retorica che la fa definire la “Perla dell’Oceano”. La spiaggia viene sommersa dall’oceano con l’arrivo delle maree, annunciate dal suono di una campana e i cui orari sono esposti pubblicamente. Un comune fenomeno naturale in questo posto assume i tratti di un magnifico spettacolo.

I viaggiatori più solitari e romantici sono attratti nei mesi invernali per i forti contrasti donati dalla natura a questa regione, ma è naturalmente l’estate il periodo in cui la città si anima di turisti e acquista una vitalità festosa. Nel mese di luglio si svolge il Festival Jazz, mentre nella Semana Grande di ferragosto le strade si animano di spettacoli, le piazze di concerti e ogni sera si tiene una vera e propria festa popolare. Nell’ultima settimana di agosto si tiene il festival di musica classica, mentre nel mese di settembre diversi festival cinematografici animano le sale del Teatro Principal.

Sebbene della città medievale restino pochi ricordi, in città si avranno modo di vedere eleganti esempi di architettura civile della fine del XIX secolo e dei primi del XX. Molti di questi edifici ospitano attrazioni culturali. È il caso del Palazzo Kursaal, una sala per conferenze e festival progettata alla fine del XIX secolo da Rafael Moneo. La sede principale per i concerti di musica classica è invece il teatro Victoria Eugenia, inaugurato nel 1912.

Tra i musei più importanti vanno citati l’Acquario, che si trova lungo il Paseo Nuevo, e la Tabacalera, una vecchia fabbrica di tabacco oggi sede del Centro Internazionale di Cultura. Tuttavia l’attrazione più importante resta il museo Chillida-Leku che raccoglie la più grande collezione di opere dello scultore Eduardo Chillida.